Traduttore

giovedì 30 giugno 2016

Grano Saraceno

Decisamente energizzante e ricostituente, il grano saraceno, grazie alle proteine, al calcio e alle vitamine del gruppo B, protegge il sistema nervoso, ostacolando la debolezza e lo stress. Un gruppo di studiosi canadesi hanno sperimentato gli effetti del grano saraceno sugli ormoni della sazietà, dimostrando che il suo consumo (nel test erano forniti dei crackers), regola i mediatori ormonali che invitano al cervello il segnale di " fine - fame ". Diminuisce i zuccheri nel sangue e la pancetta, il grano saraceno è un cereale privo di glutine, quindi adatto ai celiaci. Ritenuto un alimento antietà, perchè aiuta a diminuire la glicemia e il colesterolo, anticipando così i disturbi cardiovascolari e il diabete. Grazie al suo livello basso di indice glicemico, il grano saraceno può essere il sostituto della pasta per chi soffre di glicemia alta (zuccheri nel sangue = diabete). Il grano saraceno contiene la rutina (vitamina P), un importante vasoprotettore che difende vasi sanguigni e capillari, migliorando i sviluppi di drenaggio e combattendo la " stasi venosa ". Ecco perchè il grano saraceno è adatto per chi soffre di edemi (accumuli di liquidi sierosi nei tessuti) e cellulite. Fra tutti i cereali, il grano saraceno è l'unico che contiene tutti gli otto aminoacidi fondamentali, compresa la " lisina " che contribuisce alla formazione del collagene (con un eccellente effetto rassodante) che lo rende un alimento, privo di grassi saturi e di colesterolo con un alto contenuto proteico simile alla carne, ai formaggi e alla soia.