Traduttore

martedì 3 gennaio 2017

Mousse di Pistacchi e Tè Matcha

Ingredienti:
  • 400 ml di latte di riso
  • 150 grammi di tofu (quello morbido per dolci)
  • 1 cucchiaino raso di polvere di agar-agar (addensante naturale)
  • 2 cucchiaini di amido di mais
  • 2 cucchiai di sciroppo di fiori di cocco
  • 1 cucchiaio di crema di pistacchi
  • 1 cucchiaino di tè matcha (tipo di tè in polvere)
  • mirtilli sciroppati per decorazione (quanto basta)
  • sale (quanto basta)
Preparazione: in un tegame sciogliere bene l'agar-agar e l'amido di mais con un goccio di latte di riso, facendo attenzione a non formare i grumi. Aggiungere un pizzico di sale e il latte rimanente, sempre mescolando. Mettere tutto il composto sul fuoco, portare a ebollizione girando costantemente perchè il composto deve rimanere liscio. Mantenere il bollore per 2 o 3 minuti. Togliere dal fuoco e lasciare riposare per 10 minuti. A parte, in un frullatore mettere il composto preparato precedentemente e tutti gli ingredienti, frullare a lungo, in maniera che nel composto entri aria e diventi soffice come una mousse. Versare la preparazione in quattro piccole ciotole e mettere in frigo per 3 ore. Al momento di servire ricoprire la mousse con i mirtilli sciroppati.

Tè Biologico

E'coltivato, il tè biologico con procedimenti naturali, con concimi organici o minerali, in terreni purificati e messi a riposo per almeno 3 anni prima dell'impianto, favorendo la riforestazione e in maniera tale, protegge l'ecosistema e la salute dei lavoratori, oltre a quella dei consumatori che possono utilizzare prodotti non contaminati da pesticidi, da coloranti o addizionati nel corso della lavorazione. I guadagni sono fino al 30% più bassi, per un tè che, oltre a essere più pulito è in genere di qualità superiore. Un cespuglio di tè coltivato con sistemi biologici può vivere fino a duecento anni. Al contrario, quelli trattati con concimi, antiparassitari, anticrittogramici, pesticidi e prodotti chimici, all'inizio danno raccolti più ricchi, ma dopo venti anni si esauriscono e muoiono. A livello qualitativo le loro foglie sono di qualità e di sapore più scadente. Sia il tè nero, sia il tè verde, provengono da un'unica pianta, la Camelia Sinensis, ma sono sottoposti a lavorazioni differenti dopo la raccolta. Per quanto riguarda il tè nero, le foglie vengono fatte appassire, arrotolare e fermentare, infine essiccare. Questo tipo di trattamento da all'infuso un sapore corposo, aromatico e un colore bruno scuro. Per il tè verde la lavorazione risulta più semplice in quanto, le foglie, vengono arrotolate e essiccate senza la fermentazione. Ed è per questo che un infuso di foglie di tè verde, mantiene il colore verde. 

Crema di cioccolato Vegan

Ingredienti:
  • 240 grammi di fagioli cannellini o fagioli azuki già cotti e scolati
  • 40 grammi di cacao amaro fondente
  • 100 grammi di nocciole biologiche tostate
  • 1 punta di vaniglia Bourbon (spezia) in polvere
  • 50 ml di olio di semi di girasole bio spremuto a freddo
  • 50 ml di latte di riso o di mandorla
  • 3 cubetti di cioccolato fondente al 70% sciolto a bagnomaria
  • 100 grammi di zucchero di canna mascobado integrale
Preparazione: tritare in modo fine lo zucchero di canna e le nocciole, fino a diventare polvere. Separatamente, tritare o frullare con il minipimer i fagioli con il latte fino a ottenere una crema omogenea. Unire i due composti, aggiungere gli altri ingredienti e frullare a più riprese fino a ricavare la cremosità desiderata della crema. Con queste dosi si preparano 2 barattoli di crema che poi vanno sterilizzati come per la preparazione delle conserve. Questa crema di cioccolato vegan si può conservare in frigo per 10 giorni.