Traduttore

venerdì 21 luglio 2017

Antiossidanti

I vegetali rossi e arancioni sono eccezionali contro i radicali liberi. Basta sceglierli maturi e gustarli senza mettere troppi condimenti. Essi hanno gli antociani (gruppo di pigmenti idrosolubili) e i flavonoidi (composti chimici naturali) considerati i potenti principi antietà. Lo stress e i ritmi frenetici della vita quotidiana, mettiamoci pure l'inquinamento atmosferico e i raggi UVA sono tutti fattori esterni che, con l'andare del tempo, possono incidere sulla salute, ma dai quali per fortuna ci si può difendere. Il meccanismo è semplice: basta mangiare gli alimenti giusti e ci si sentirà subito più sani, più giovani e vitali. Abituarsi a una dieta bilanciata, a base di cibi vivi (freschi e crudi) e di stagione, oltre a rigenerare gli organi interni, permette anche di ripulire, nutrire e ricostruire i tessuti che hanno perduto vigore.


Una provvista di vitamine per rimettersi in forma che agisca in contemporanea sia "dentro che fuori", il consiglio che si può dare è quello di mangiare, per cinque settimane, una serie di alimenti ricchi di antiossidanti, minerali, acqua, sostanze nutrienti e grassi buoni necessari per rinforzare, idratare e nutrire tutti i tessuti del fisico. Si potrebbe cominciare con le fragole e i lamponi, frutti che favoriscono il sistema circolatorio e tonificano le arterie. Mangiare a inizio giornata (per colazione) una coppetta di fragole e lamponi garantiscono all'organismo gli antiossidanti essenziali a combattere i radicali liberi, responsabili dell'invecchiamento precoce dei tessuti. I folati (acido folico) contenuti nelle fragole, garantiscono arterie libere e pulite, facilitando una circolazione più fluida. 


Un piccolo trucchetto è quello di aggiungere nella macedonia di fragole e lamponi una grattugiata di cioccolato fondente al 70% senza zucchero, aumenta l'apporto dei flavonoidi e contribuisce a rendere più tesa e luminosa la pelle del viso e del corpo. 

sabato 1 luglio 2017

Succo di Pompelmo Rosa e Fragola

Ingredienti:
  • 1 pompelmo rosa
  • 8 fragole mature biologiche
  • 50 grammi di tofu biologico
  • 1/2  bicchiere di latte di soia biologico
  • fogliolina di menta fresca (quanto basta)
  • alga kelp in polvere (quanto basta)
Preparazione: nel bicchiere del mixer versare le fragole che sono state precedentemente lavate, togliere il peduncolo, dividetele a metà poi aggiungere il latte di soia, il tofu tagliato a cubetti e il succo fresco appena spremuto del pompelmo rosa. Azionare il frullatore alla massima velocità fino a quando si ottiene una miscela omogenea e cremosa. A piacere si può insaporire il succo con delle foglioline di menta fresca e con la polvere di alga kelp (si compra nei negozi dove vendono i prodotti orientali). La caratteristica di questo succo è quella di risvegliare il metabolismo, drenare le tossine ingrassanti, bloccare la fame nervosa e diminuire l'assorbimento degli zuccheri!

sabato 24 giugno 2017

Sushi vegan con alghe nori

Ingredienti per 2 persone:
  • 2 fogli di alga nori tostati
  • 100 grammi di riso integrale (o semi-integrale già cotto)
  • senape (quanto basta) 
  • carote o cetrioli tagliati a bastoncini lunghi (quanto basta)
  • daikon (tipo di rafano giapponese) a bastoncini (quanto basta)
  • aceto di riso (quanto basta)
  • malto di riso (facoltativo)
Preparazione: aggiungere al riso già cotto un pò di aceto di riso e un cucchiaio di malto di riso (solo in caso se il riso cotto non risultasse colloso). Stendere le alghe nori su uno stuoino per sushi e mettere uno strato di riso sulla parte più ruvida dell'alga nori. Lo strato di riso deve essere omogeneo e alto almeno 1 centimetro su tutta la superficie e 2 centimetri in uno dei lati. Comprimere bene il riso, stendere una striscia centrale parallela allo spazio senza riso con la senape. Su quella stessa striscia adagiare un bastoncino di carota, uno di cetriolo e uno di daikon. Arrotolare l'alga aiutandosi dallo stuoino e tagliare il rotolo ottenuto in 6-8 pezzi.